iq business

home2.jpg

CLIMATIZZAZIONE CON POMPA DI CALORE A GAS E MOTORE INDUTTIVO PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA


La Pompa di Calore a Gas (GHP) sfrutta l’energia pulita ed economica del gas naturale o del GPL per la climatizzazione sia invernale che estiva degli spazi abitabili di qualsiasi tipo e dimensione (abitazioni, uffici, alberghi, laboratori, ecc.). Grazie all'utilizzo diretto di una energia primaria attraverso un motore endotermico appositamente realizzato per assicurarne efficienza ed affidabilità, è possibile ridurre significativamente i costi di gestione. Grazie al recupero di calore dai fumi di scarico e dal motore stesso è possibile inoltre avere acqua calda sanitaria senza incrementare consumi e emissioni di CO2. La disponibilità di una ampia e completa gamma di unità interne e di controlli, di facile installazione, soddisfa ogni tipo di esigenza. Potendo riutilizzare le tubazioni esistenti, questo sistema è facilmente applicabile anche nella sostituzione di vecchi impianti.


Uno dei principali vantaggi delle GHP è la riduzione dei costi di gestione fino ad un 40% rispetto ad un equivalente sistema di climatizzazione. Questo risultato viene raggiunto grazie al miglior funzionamento alle basse temperature esterne, alla contemporanea produzione di acqua calda sanitaria, al taglio del 90% del consumo elettrico ed alla ridotta frequenza negli interventi di manutenzione ordinaria. Infatti ogni 10.000 ore di funzionamento vengono sostituiti candele, cinghie, filtri e viene rabboccato l’ olio motore, sostituito poi alle 30.000 ore. La grande efficienza delle GHP permette il rapido riscaldamento dei locali anche nei giorni più freddi.


L’ottima capacità modulante fa in modo che la GHP consumi solo il gas strettamente necessario a mantenere costante la temperatura interna impostata così da avere un ambiente pienamente confortevole risparmiando sui costi di gestione. Da ricordare anche i ridotti cicli di sbrinamento di cui necessitano le Pompe di Calore a gas che significa avere ambienti riscaldati con continuità. Le GHP, essendo unità da installare all’esterno, non hanno bisogno di locali tecnici liberando così spazio per altri utilizzi. Inoltre la ridotta richiesta di potenza elettrica ne permette l’alimentazione in monofase senza spese aggiuntive per la realizzazione della cabina elettrica o per la modifica del contratto di fornitura.
La riduzione di CO2 emessa può raggiungere il 40% rispetto alla produzione di energia elettrica in centrale e al suo successivo utilizzo in una pompa di calore elettrica o alla combustione in una tradizionale caldaia. La GHP è una pompa di calore ad alta efficienza e come tale rientra nella detrazione IRPEF del 55%. La GHP è un'unità estremamente affidabile, silenziosa e dai bassi consumi. Bruciando metano o GPL fornisce energia meccanica per i compressori; inoltre il calore recuperato dal circuito di raffreddamento dei cilindri e di condensazione dei fumi di scarico viene sfruttato per l'evaporazione di refrigerante in inverno, permettendo elevati coefficienti di prestazione fino a basse temperature (-20°C), e per la produzione gratuita di acqua calda sanitaria soprattutto in estate. La presenza di quattro compressori scroll indipendenti e la capacità di variare il numero dei giri motore permette di adattare il funzionamento al carico termico dell’ edificio senza intaccare gli indici di prestazione. La moderna elettronica di gestione agevola l’ utente finale grazie alle semplici interfacce, non pone limiti al progettista che può tranquillamente scegliere fra i numerosi controlli disponibili e gateway per i linguaggi di comunicazione non proprietari e semplifica la vita ai centri di assistenza tecnica che hanno a disposizione potenti strumenti di autodiagnosi, anche da postazione remota. Con le pompe di calore a gas (GHP) è possibile tagliare il consumo di combustibile primario e realizzare un concreto risparmio energetico. Infatti se in centrale termoelettrica bruciamo 100 unità di gas ne otteniamo solo 35 di energia elettrica che poi, tramite pompa di calore elettrica con rendimento medio-alto (COP = 3,5), danno luogo a 122 unità di energia termica. La pompa di calore, grazie ad un Coefficiente di Utilizzo del Combustibile (CUC) che può arrivare fino ad 1,9 (considerando anche il recupero del kit sanitario) trasforma direttamente 100 unità di energia primaria in 190 di energia termica, fornendo quindi il 55% di energia finale in più.


indietro